Menu Chiudi

Atena Costruzioni SpA ha concepito e sviluppato un progetto denominato la Fabbrica del Benessere in corso di realizzazione a Teramo che ospiterà circa 400 persone tra anziani fragili (soli o in famiglia), famiglie con un disabile, disabili autonomi, studenti, giovani coppie, donne o uomini separati, famiglie che hanno la casa inagibile a causa del sisma in circa circa 90 appartamenti di diverse dimensioni.

In questa sezione Atena Costruzioni SpA intende rendere trasparente l’operazione finanziaria che ha reso possibile la realizzazione del progetto.

Il progetto, che ha un valore complessivo di 15,8 milioni di euro (clicca qui per i dettagli Investimenti), sta prendendo corpo grazie alla collaborazione tra pubblico e privato:

–       6,5 milioni (41%) provengono da risorse pubbliche, attraverso due bandi di Regione Abruzzo che hanno messo a disposizione fondi stanziati dal Ministero delle Infrastrutture (Programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile (Del. GR n. 788 del 01/09/2008 (scarica il documento), Programmi Urbani Complessi – PUC – Determina Dirigenziale DC7/312 dl 20/09/2010  (scarica il documento) (clicca qui per il RIEPILOGO FINANZIAMENTI REGIONALI);

–       6,5 milioni (41%) da un mutuo Banca Intesa-San Paolo e Banca Prossima;

–       2,7 milioni dal capitale privato investito dai soci di Atena Costruzioni.

I 6,5 milioni messi a disposizione da Banca Intesa San Paolo e Banca Prossima sono parte di un prestito più ampio ottenuto da Banca Europea per gli Investimenti per la realizzazione di progetti per l’integrazione socio-sanitaria, l’istruzione e la riqualificazione urbana. La Fabbrica del Benessere è stata selezionata come uno dei progetti da sostenere per i suoi caratteri distintivi: Qualità della vita, Centralità della persona, Servizi per le Fragilità. Clicca qui per le graduatorie

–       03-b_PNEA DC7-126_30.08.2012;

–       03-b_PRUACS DC7-228_07.11.2011.

Non è il disagio economico quello a cui l’Housing Care fa fronte con la Fabbrica del Benessere, bensì la crescente fragilità emergente in tutte le famiglie: anziani, disabilità, separazione coniugale ecc. Queste fragilità rischiano di assottigliare i redditi familiari di tutto rispetto aumentando le povertà. P �/P